LA “SCUOLA DI STRESA” TRA I GRANDI DEL SALONE DEL GUSTO. COME E' ANDATA

Si è conclusa lunedì 29 ottobre 2014 la decima edizione del Salone del Gusto, la rassegna organizzata da Slow Food che concentra in un solo luogo, il Lingotto di Torino, prodotti di alta qualità e produttori di tutto il mondo.

Anche quest'anno la manifestazione è stata un successo: più di duecentomila visitatori, incremento del numero dei soci Slowfood e grande entusiasmo da parte degli espositori.

Immensa soddisfazione anche la “Scuola di Stresa” protagonista, presso lo stand della Regione Piemonte, dell'evento "Un lago da gustare: percorsi enogastronomici del Lago Maggiore".

Sposando la filosofia di Terra Madre, anche l’Istituto “Erminio Maggia” e l’Associazione Hospes hanno voluto promuovere i prodotti tipici del territorio scegliendo di realizzare con alcuni allievi tre showcooking. Si è trattato di un viaggio attraverso i colori, i profumi e i sapori delle terre del Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell'Ossola, ricche di prodotti alimentari straordinari, veri e propri giacimenti gastronomici da scoprire e da gustare. Riprendendo le parole di Carlo Petrini, Presidente di Slowfood, "quando nel lontano 1996 è nato il Salone del Gusto non c'era coscienza che dietro il lavoro umile di pescatori, contadini e artigiani ci fosse l'elemento chiave per l'economia reale e per la storia del mondo". Oggi questo messaggio è stato interiorizzato non solo dagli addetti ai lavori, ma anche dalle nuove generazioni e, in particolare, dagli allievi dell'Istituto "Maggia" che, guidati, sostenuti e supportati dai loro insegnanti, hanno dedicato lo scorso anno scolastico allo studio delle specie ittiche del Lago Maggiore incontrando gli esperti del settore e ideando piatti originali.

Le dimostrazioni degli allievi Marco Scanziani, Federico Miglio Gianluigi Salinelli e Stefano Leonardi sono state dunque tre. Per la sezione "Uno scrigno d'acqua dolce: la cucina di lago attraverso i tempi" una rollata di trota e coregone; per "Le tradizioni dell'Ossola: Walser, formaggi d'alpeggio, vini di montagna…" una terrina di pane nero e formaggino di capra al profumo di mosto cotto e miele di castagno; dulcis in fundo, un richiamo alla cucina sabauda, dalla Villa Ducale alla Venaria Reale: le Margheritine di Stresa.

Tutto è avvenuto sotto gli occhi attenti e curiosi di numerosi ospiti che, accolti da Alice Aceti, Bianca Anelli e Camilla Lucchina e serviti da Valentina Grandi e Annalisa Finotto, al termine di ciascuna dimostrazione hanno potuto assaggiare i piatti sorseggiando degli ottimi vini, prodotti “Torraccia del Piantavigna”gentilmente offerti dal dott. Alessandro Francoli, Presidente delle famose Distillerie in Ghemme e Socio onorario Hospes.

Tra gli spettatori speciali anche gli studenti dell'Albergo Etico di Asti, impeccabili nelle loro divise, con i quali la Scuola ha già collaborato in occasione di una passata edizione del Salone del libro.

Un altro “ospite speciale” è stata la Società Operaia di Mutuo Soccorso di Varallo, con l’esposizione di veri e propri gioielli dell’artigianato artistico valsesiano, i quali hanno suscitato molto interesse.

L'atmosfera calda e conviviale dello stand della Regione Piemonte, ottima l’immagine “Il Piemonte fa bene”, ha consentito che l'evento si trasformasse in una sorta di "Caffè enogastronomico" in cui ciascuno si è sentito libero di interagire con gli alunni e di fare domande, un momento di incontro e di scambio di idee, un'occasione di vera promozione spontanea del territorio.

Gli allievi coinvolti nell'evento hanno unanimamente espresso il loro entusiasmo nell'aver avuto la possibilità di testare le proprie abilità; "è stata un'esperienza molto costruttiva", secondo Marco Scanziani, "ha permesso agli alunni di mettere in pratica le tecniche imparate in laboratorio"; "è stata una bellissima esperienza; all'inizio ho provato un po' di ansia, ma poi sono riuscito a gestire le mie emozioni", confida Federico Miglio; "è stato un momento formativo" secondo Valentina Grandi, Stefano Leonardi, Camilla Lucchina e Bianca Anelli, "in quanto abbiamo anche imparato cosa vuol dire lavoro di squadra". Infatti, come sostiene il prof. Riccardo Fava, organizzatore dell'evento e Vice Presidente vicario dell'Associazione Hospes, si è trattato proprio di un progetto corale, tutti hanno collaborato fattivamente per la sua riuscita, dal Presidente dell'Hospes, Alberto Gozzi, grazie al quale è stato possibile esporre la nuova bottiglia con design Alessi delle acque Ausonia e Gaudenziana, prodotta in occasione del 150° anniversario dalla scoperta delle acque minerali di Bognanco, al prof. Roberto Abbondio che ha affiancato gli studenti durante lo showcooking e ha realizzato, in collaborazione con il grafico dell'Hospes, il fleyer esplicativo che è stato distribuito agli ospiti, alla Regione Piemonte che ha promosso l'evento anche attraverso i social network.

Tempestivi sono stati i ringraziamenti da parte della stessa Regione allo staff docente e agli allievi che ancora una volta hanno dato grande prova di professionalità ed eleganza, auspicando l'occasione per nuove collaborazione in un futuro prossimo.

Dal 1938 dunque, la “Scuola di Stresa” continua ad essere un centro di sperimentazione, nel senso più autentico del termine. A volte sembra che le orecchie sorde di certa politica vogliano dimenticare questa scuola, trascurando il grido di docenti e studenti che chiedono e meritano migliori strutture. L'intensità di tale grido però non cesserà mai, sarà, per dirla con Baudelaire, "un grido ripetuto da mille sentinelle" che rimarrà costante e forte fino a quando ci saranno persone che continueranno a credere nel nostro Istituto e nei suoi valori, che hanno fatto propri gli insegnamenti del Prof. Mainardi e li tramanderanno agli studenti nonostante tutto, nonostante tutti.

E allora grazie al Dott. Zingarelli, all'architetto Mennino, alle Dott.sse Baracchino, Iannotta e Gattuso della Regione Piemonte, grazie al supporto dell'Associazione Hospes e grazie ai prof.ri Fava e Abbondio che dedicano la maggior parte del loro tempo alla preparazione degli allievi.

Avanti “Scuola di Stresa!”

Questo documento si è potuto realizzare solo grazie alla preziosa collaborazione della Prof.ssa Lara Spinozzi.


         La “Scuola di Stresa” protagonista al Salone del Gusto

SCARICA IL FLYER DELLO SHOWCOOKING...

HANNO DETTO DI NOI...

Dott. Claudio Zingarelli - Comunicazione Regione Piemonte

Arch. Marzia Baracchino - Resp. Settore Promozione Turistica Regione Piemonte

Arch. Gianni Menino - Direzione Attività Produttive Regione Piemonte

  • Albo pretorio d'Istituto
  • Albo RSU - Comunicazioni sindacali
  • Consulta i bandi nell'Albo Pretorio
  • Open days Istituto Alberghiero Maggia
  • Scuole VCO
  • Iscrizioni Istituto Alberghiero Maggia Stresa
  • Sito web del Comitato Gentori
  • Progetto Interreg - Vai al sito
  • Albo pretorio d'Istituto
  • Albo RSU - Comunicazioni sindacali

Area Genitori

Consultazione voti allievi, assenze, comunicazioni scuola-famiglia...

Accedi

Area Docenti

Link a Valutaweb, al Caffè del Maggia, download moduli, circolari...

Accedi